Articolo

Slow News. Buona informazione, n. 12

Categorie: Numeri di Slow News

Tag:

La fine del topo
Pare strano a ripensarci ora, ma nel 1347 la peste dilagò in Europa, dimezzandone in dieci anni la popolazione. È curioso pensare che voi o il vostro vicino di casa sareste finiti sottoterra nel giro di dieci anni, vero? Eppure è successo. E sorpresa: non era colpa dei topi. Se ne è parlato in Italia: ma sul Washington Post meglio. Andiamo alla fonte? Ecco lo studio che scagiona i topi. Ah, invece l’ultima epidemia di morbillo in Italia è stata nel 2002 (e sono morti tre bambini e un ragazzo).

Africa: che accade?
Se pensate che nel mondo arabo il subbuglio sia solo religioso ed identitario vi sbagliate: in Tunisia la rottura è generazionale. Generazione electro. Ciò che è strano è che tutta l’Africa è in fermento generazionale: in Congo, per intenderci, si chiamano ‘Sapeurs’. In America invece, visti i tempi che corrono, siamo al rehab: nuovi Bush crescono.

Niente Oscar per Vivian
Se amate la fotografia o le storie un po’ inquiete, Alla ricerca di Vivian Maier è un bel documentario, nato dalla fortunosa scoperta da parte del regista, John Maloof, di una scatola piena zeppa di negativi di Vivian. Vivian, tata delle famiglie della Chicago bene, era anche una fotografa, una grande fotografa. La sua storia è abbastanza nota, ma sul British Journal of Photography la raccontano meglio.

Vasco Rossi il pioniere
Tra il ‘75 e il ‘76 in Italia andò in scena, quasi spontaneamente, la fioritura delle radio libere. Vasco Rossi,insieme ad alcuni amici, fu tra i primi sperimentatori del mezzo: a quarant’anni di distanza, il “Blasco” ha raccontato quella pagina epica di libertà d’espressione.  Sarebbero passati quindici anni prima che la Legge Mammì regolamentasse la “giungla delle frequenze” limitandosi a fotografare l’esistente e renderlo norma.

Questo contenuto è stato reso pubblico e fruibile a tutti il 25 ottobre 2017. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi abbonarti al nostro servizio per ricevere bisettimanalmente la newsletter Slow News clicca qui.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>