Articolo

Slow News. Buona informazione, n. 50

Categorie: Numeri di Slow News

I volti di Srebrenica
Fa male. Ma è da vedere: qui ci sono le facce, i volti che Dzenana Halimovic è riuscita a trovare. Fotografati quando erano in vita, sono i morti di Srebrenica. Sono 2400. Ne mancano 5000.

Hacking Team in breve e senza link
Hacking Team è un’azienda italiana che vende – forse è meglio l’imperfetto: vendeva – software utilizzati a scopo spionistico a governi di tutto il pianeta. Hacking Team ha subito un “hack” epocale la scorsa settimana, in cui oltre al codice completo dei loro software, sono fuoriuscite anche mail private e una montagna di dati sensibili. Vediamo cosa è successo?

Hacking Team Hacked
Se a raccontare di Hacking Team è Matteo G.P. Flora sul suo blog, c’è la garanzia di capirci qualcosa. Volete un piccolo indizio? Be’, è tutto molto, molto peggio di quel che crediate.

Per la completezza, poi è stato Paolo Attivissimo a fare il miglior lavoro sul tema. Primo: ha spiegato cos’è successo. Secondo: ha raccontato il giorno dopo. Terzo: ha spiegato perché le difese dell’azienda non reggano. Quarto: occhio ai rischi, ci sono consigli da seguire che riguardano anche te. Quinto: cosa c’entra il porno con Hacking Team?
Ovviamente, ne parlano anche all’estero. The Intercept, poi, sta facendo un lavoro straordinario. Perché la notizia è che il codice è stato hackerato in maniera irreparabileed è il codice di un’azienda che vendeva prodotti informatici a governi, mica noccioline. Stefano Quintarelli è il primo deputato italiano a commentare la cosa. La sensazione? È che per molti sia meglio che non se ne parli affatto, soprattutto in casa nostra. Perché Hacking Team aveva parecchi rapporti con le istituzioni italiane. Ben al di là del rapporto cliente-fornitore.

Falce, martello e croce
Alla fine son scherzi da prete: Evo Morales ha regalato a un perplesso Papa Francesco un crocefisso a forma di falce e martello: c’è chi ne spiega il significato e chi ne fa una questione di insensatezza ma poivince sempre Bergoglio.

L’hanno preso in prestito
Una lettura di rottura. Il debito, di David Graeber (in italiano). C’è anche la versione in inglese radiofonica, fatta dalla BBC.

Bill Cosby 
Alzi la mano chi ha seguito per bene la storia di Bill Cosby. Per noi, siete in pochi. Eppure al di là delle accuse, c’è molto altro: il discorso della “pound cake” per esempio. Cos’è? Il frammento di un uomo che per un bel pezzo della sua vita si è eletto arbitro di quel che dovevano e non dovevano essere gli afroamericani. Gran pezzo di Vox. Vuoi saperne di più? Leggi che cos’è il black conservatorism, grazie Wikipedia.

Vieni in cam?
Le cam girl sono ormai un classico: ma questo forse è uno dei pezzi migliori e più completi che possiate leggere sul tema, su The Stranger.

Era il 2006
Momento Federer. Anche oggi, 9 anni dopo. Anche se DFW non c’è più. Roger Federer è in finale a Wimbledon, contro Novak Djokovic. Se puoi, oltre a leggere (o rileggere) Wallace, guardati la partita.

Dai nostri abbonati. Come pensano?
Marta è una nostra abbonata che ha qualche interesse personale in Grecia (no, non è una creditrice, niente paura). E segnala un pezzo molto interessante che spiega – o almeno, ci prova – come pensano gli economisti in Germania. Quelli che vanno per la maggiore, almeno.

Questo contenuto è stato reso pubblico e fruibile a tutti il 22 novembre 2017. Se ti piace il nostro lavoro e vuoi abbonarti al nostro servizio per ricevere bisettimanalmente la newsletter Slow News clicca qui.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>