facebook_pixel

Slow News 111 – Niente di buono

12670050_10153884702923050_4705454992745559204_n

Numero 111 di Slow News, puntuale e croccante come ogni mercoledì: e se il titolo del numero è Niente di buono va detto, e sottolineato, che di buono (da leggere) i nostri abbonati ne hanno ricevuto parecchio.

Nel numero 111 vi portiamo nella Silicon Valley russa, un luogo incredibile e che scatena tanti di quelli interrogativi da tenervi occupati per settimane, ma non solo. Anche se della morte di Giulio Regeni si è parlato (e straparlato) anche troppo, nel numero di oggi di Slow News vi proponiamo quelle che a nostro parere sono le uniche due letture degne di nota…per non dimenticare. Per sollevare il morale dei nostri abbonati abbiamo preparato un blocchetto su Alexander Langer, uno che scriveva cose come “La convivenza plurietnica, pluriculturale, plurireligiosa, plurilingue, plurinazionale appartiene e sempre più apparterrà, alla normalità, non all’eccezione”: pronto!? Casa Salvini?!?

C’è un blocchetto con una lunga intervista di Gianni Minà al Subcomandante Marcos, una splendida retrospettiva artistica africana a Nairobi e, tema caldissimo in tempi di superstar della cultura novecentesca che ci lasciano una dietro l’altra, un pezzo bellissimo sul lutto nell’epoca dei social media. Non triste eh, proprio bello!
E poi ancora tanto, tantissimo altro, come il diario sanremese che ⅕ di Slow News sta tenendo dalla kermesse canora italiana. Un numero imperdibile.

E poi? Per i nostri avidi lettori c’è Wolf., dove l’algoritmo è il lettore.

[La foto è di Andrea Spinelli Barrile]

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*