Articolo

Informarsi con lentezza

Categorie: Filosofia Slow News

Informarsi con lentezzaInterno notte. Un taxi a Milano.

A metà corsa, il tassista che vede il suo passeggero scrivere su un portatile sul sedile posteriore non resiste e chiede: «Che lavoro fa, lei?» «Il giornalista». «Ah, interessante». «Sì, dipende». «Dipende, è vero. Lo sa, io leggevo sempre, prima. Ci sono tante pause in questo lavoro e leggevo». «Prima quando?». «Prima, non so dirle, adesso è diverso». «E cosa c’è di diverso?». «Che quando leggo mi sembra di perdere tempo».

Il taxi bianco di Milano potrebbe essere di qualunque colore e potrebbe viaggiare in qualunque città occidentale.

Ciascuna delle sette voci che racconta la sua ricetta contro l’infobesità potrebbe essere quel giornalista seduto a scrivere con il suo portatile.

Insieme ai colleghi di Inform-ant, Slow News. ha raccolto i contributi di Gay Talese, Peter Laufer, Johanna Vehkoo, Rob Orchard; Nicolas Prouillac, Frédéric Martel, Giovanni De Mauro.

Li trovi tutti in questo e-book a cui teniamo davvero molto, perché contiene la nostra filosofia giornalistica, ampliata, arricchita dai punti di vista di autori che, nel giornalismo con lentezza, fanno davvero la differenza.

L’e-book costa 1,49 euro e si compra qui
.

Nota: visto che fare i giornalisti nel modo che piace al nostro tassista a volte può diventare molto difficile, gli incassi netti dalle vendite di questo libro verranno devoluti a Ossigeno per l’informazione.

Continua a leggere

C'è un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>