facebook_pixel

Che cos’è lo slow journalism?

Slow journalism definizione

Che cos’è lo slow journalismSecondo la definizione offerta da Wikipedia nella versione inglese, lo slow journalism, il giornalismo lento, è una sottocultura delle news nata dalla frustrazione per la scarsa qualità del giornalismo cosiddetto mainstream.

Quali sono le caratteristiche dello slow journalism? In un certo senso, il giornalismo lento è una sorta di reazione (esattamente come il movimento dello slow food reagisce come reazione al fast food e al junk food). Ma questo non basta: non si può definire un movimento o un modo di lavorare solamente per negazione.

Cerchiamo allora di trovare caratteristiche generali che possano definire progetti di slow journalism (in alcuni casi sarà necessario, per forza di cose, operare anche per esclusione):

– verifica delle fonti
– racconto accurato dei fatti
– scelta accurata e ragionata del materiale da pubblicare
– approfondimento
– indipendenza dall’agenda delle breaking news
– approccio laico agli argomenti trattati (senza pregiudizi)
– se si parte da una tesi, questa va confermata o confutata a seconda di quello che la realtà offre allo slow journalist
– approccio analitico agli argomenti trattati
– applicazione delle tecniche narrative non inquinate dall’emotività tipica dell’infotainment
– 
modello di business basato su leve alternative al mercato dell’advertising legato alla quantità delle impression

Non è, invece, necessario che un pezzo, per essere di slow journalism, sia anche longform: il formato, insomma, non è affatto indicativo di un approccio lento.

Chi fa slow journalism? In Italia, Slow News è il primo progetto di slow journalism strutturato. Per il momento produce la newsletter omonima, Slow News. Una newsletter dedicata ai professionisti della comunicazione e dell’informazione che si chiama Wolf. Una newsletter dedicata al mondo dell’economia che si chiama Crusoe.

Fra le pubblicazioni che fanno (o hanno fatto) slow journalism a livello internazionale c’è l’imbarazzo della scelta. Segnaliamo:

Delayed Gratification,
Pro Publica
XXI
Fact Publisher
Disegno

 

[Questo articolo è da considerarsi in evoluzione e aggiornamento. Se vuoi segnalarci altre realtà di slow journalism, scrivici.]

 

2 Commenti su Che cos’è lo slow journalism?

  1. Mi sembra una ottima iniziativa se effettivamente libera e sdradicata dallo stucchevole e ormai inutile Main stream che, ormai produce soltanto effetti contrari ai loro messaggi uniformizzati propagandistici. Quindi, se così e’, vi faccio i miei complimenti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*