facebook_pixel

Parole della comunicazione, del marketing, della rete da tradurre e capire

parole comunicazione traduzione glossario marketing media

Qui raccogliamo tutte le parole che bisogna conoscere, tradurre, capire, spiegare perché fanno parte del nostro lavoro. L’elenco è in fase di creazione, lo spunto parte da una conversazione sul gruppo di Facebook di Wolf. Questa pagina è provvisoria e serve a inserire, tanto per cominciare, parole, parole, parole. La trasformeremo in un wiki o in quel che si rivelerà più comodo

Parole da disinnescare, tradurre e spiegare

Lead generation – Una traduzione possibile è “generazione di contatti”. Bisogna tener presente il fatto che si tratta – o si deve trattare – di contatti interessati (a un contenuto, a un prodotto, a un progetto editoriale). Non di contatti presi “a caso”.

Customer journey – Si può tradurre senza paura “Il viaggio del cliente (o del consumatore)” o “La scoperta del cliente (o del consumatore)”. Lo fanno anche nella bella versione italiana di Marketing 4.0 di Philip Kotler.

Funnel di conversione

Marketplace

Scale

Targeting

Retargeting

Predictive Engine

Fake news – Possono essere notizie false, o bufale, o balle, o propaganda, o leggende metropolitane, più in generale, contenuti creati ad arte al solo scopo di ottenere profitto (sia esso economico o politico o personale).  Se vogliamo lo specifico tecnico di quelle di cui si parla tanto “sul web”, esso è la creazione di contenuti online da diffondersi attraverso i social network per intercettare i click di lettori che non approfondiscono, che restano all’interno della loro bolla di convinzioni, che magari cliccano sulla pubblicità.

Per ora puoi aggiungerne nei commenti.

5 Commenti su Parole della comunicazione, del marketing, della rete da tradurre e capire

  1. Andrea Borraccino // 23 maggio 2017 a 16:14 // Rispondi

    Hype!

    • AlbertoPuliafito // 26 maggio 2017 a 21:55 // Rispondi

      Hype è veramente complessa, perché il doppio significato “battage pubblicitario” – “montatura” è perfetto in una parola sola. In più c’è il “ciclo dell’hype” (che era un contenuto pubblicitario!) a complicare le cose.

  2. Ne ho trovata un’altra che mi sta facendo impazzire: Thought Leadership. Anche in inglese è un po’ una buzzword, ma quando ne viene afferrato il senso, è una tecnica preziosa. Mi sto scervellando sulla traduzione, ma non ne ho trovata una soddisfacente.

    • AlbertoPuliafito // 26 maggio 2017 a 21:57 // Rispondi

      Bella. Se provo a riadattare, anziché tradurre, ipotizzo un’area semantica simile a “capacità di ragionamento illuminante”

  3. Un paio così, al volo, mentre ci penso:

    Retention

    Churn (rate)

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*