fbpx
30 giorni di detox
Le news ci intossicano, aumentano l’ansia, la rabbia, il risentimento, la paura, ci illudono di informarci, ci fanno perdere tempo. È possibile conoscere molto meglio il mondo che ci circonda distaccandosi completamente da tutto quell’incessante aggiornarsi continuo dei siti di informazione, dei giornali, delle all news, dei telegiornali, dei social? Noi pensiamo di sì.  Lo pensiamo dal punto di vista della produzione giornalistica che proponiamo a chi sostiene Slow News – pochi pezzi, su argomenti fondativi. Lo pensiamo al punto che quest’anno avviamo un primo esperimento che condurrò personalmente, insieme a Beatrice Broglio, Natale Ciappina e Luigi Scarano (una studentessa e due studenti della Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano, per cui lavoro come assistente di laboratorio digitale). Una delle fonti di ispirazione di questo detox sperimentale è il lavoro di Rolf Dobelli: il suo saggio Avoid News – Towards a Healthy News Diet (2010) e il libro pubblicato in italia da Il Saggiatore Smetti di leggere notizie.

Le regole d’ingaggio

L’esperimento è su base volontaria. È una “dieta” dalla quale si può uscire in qualunque momento. Ciascuno di noi sceglie fino a che punto rendere rigida questa dieta. Personalmente, la rendo radicale (questo significa: nessun contatto con elementi legati alle news, niente giornali, niente social, niente siti di informazione, niente sistemi di messaggistica istantanea. Rimarrò connesso attraverso la mail e Slack, che utilizzo solo ed esclusivamente per lavoro).  Nel mio percorso personale di riorganizzazione della mia vita “digitale” (e non solo) ho già silenziato tutte le notifiche (fin dal 2016) sui dispositivi che utilizzo. Beatrice, Luigi e Natale decidono autonomamente come impostare il loro detox.  Ci incontreremo virtualmente in 4 momenti che abbiamo programmato a priori per condividere le nostre esperienze: registreremo le nostre conversazioni. Alla fine del detox, lavoreremo su questo pezzo a più mani in modo da lasciare una testimonianza di quel che abbiamo imparato, fatto, scoperto, e ci confronteremo con qualcuno che sia rimasto immerso nel flusso delle notizie per scoprire se ci siamo persi qualcosa di fondativo, di importante.  

Come organizzarsi per fare un detox

Il detox non deve diventare una costrizione, quindi bisogna essere proprio sicuri di volerlo, bisogna essere fortemente motivati. Ecco quel che ho fatto personalmente: puoi vederli anche come consigli per provare anche tu.
  1. 1. inserisci dei disabituatori consultare i siti, navigare sui social, sono comportamenti che, se non controlli, a volte sono riempitivi, portano a consultazioni immotivate o compulsive. Oppure ti capita di entrare su Facebook per lavoro e poi di rimanere nel loop di notifiche e conversazioni. Il modo più sensato per uscirne è… disinstallare le applicazioni e inserire dei blocchi fisici che generano frizione rispetto al desiderio di navigazione (gli smartphone e i browser consentono di bloccare siti che non vuoi frequentare)
  2. 2. se coi social ci lavori, usa degli strumenti di gestione – usa cioè strumenti che ti consentano una gestione dei social dal punto di vista di chi produce, senza invischiarti nella parte di consumo
  3. 3. sostituisci con qualcosa di piacevole e di utile (ma possibilmente non compulsivo) – siccome so che rinunciare al consumo delle notizie, agli ambienti sociali digitali e alla messaggistica istantanea significa avere molto più tempo a disposizione, ho organizzato dei sostituti per quelle attività, con un piano preciso. Mi sono iscritto a un corso di formazione (Leaders in Citizen Security and Justice Management) per acquisire competenze specifiche per un pezzo che sto preparando per la serie Il mondo nuovo. Inoltre, mi sono attrezzato con una serie di letture (fra cui i romanzi di Ali Smith)
  4. 4. dillo alle persone con cui ti relazioni abitualmente – qualcuno potrebbe anche rimanerci male. Cerca di sostituire le chat casuali (non sono un vero ambiente di lavoro, se mescolate al cazzeggio) con qualche appuntamento reale e necessario: vedrai che anche la produttività ne gioverà
  5. 5. seleziona fonti non legate al ciclo delle news per approfondire argomenti che ti interessano – per esempio, se hai la necessità di sapere come sta andando il numero dei contagi da Covid-19 scegli una pagina specifica e mettila tra i preferiti. Quella del Sole24, per esempio, va benissimo.
  6. 6. non hai la pistola puntata alla tempia – ricordati che puoi stoppare il detox in qualunque momento
  7. 7. tieni un diario – annota e registra sensazioni, sentimenti, mancanze, pensieri

Ti piace Slow News?

iscriviti gratis alla newsletter

* campi obbligatori


Potrai cancellarti quando vorrai e la tua privacy è al sicuro. Per sapere come la tuteliamo visita il nostro sito.