L’abbiamo detto più volte: l’idea di Snap(chat) ha vinto. Il formato delle storie, clonato da Zuckerberg, sta diventando, dopo un anno e nove mesi, sempre più richiesto. Ci sono pubblicazioni che ne fanno un uso straordinario per disseminare anche con quel formato i loro contenuti (personalmente sono diventato un consumatore seriale dello Snapchat e dei vari Instagram di NatGeo in tutte le sue declinazioni). Ci sono clienti che, quando si affidano a creatori di contenuti, chiedono espressamente la realizzazione di stories su Instagram e vogliono poter vedere le preview, decidere di quanti segmenti dev’essere composta ciascuna storia e via dicendo. Se non sei […]
Questo contenuto è riservato agli abbonati di Wolf.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>