Do bot-journalists dream of digital Pulitzer? 

Che in giro ci siano robot (o meglio, algoritmi) che scrivono articoli per i giornali non è certo una novità. Sono almeno un paio d’anni che la pratica si è diffusa ed è noto come soprattutto la Associated Press ne faccia grande uso, sfruttando il programma Wordsmith per avere nel minor tempo possibile brevi articoli sui terremoti (per i quali il Los Angeles Times usa invece lo specialistico Quakebot), sui risultati della borsa, sui risultati delle partite, sul meteo. Niente di nuovo: un breve articolo che si basa su numeri e pochi altri fatti da contestualizzare superficialmente può essere scritto […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>