Successivo

Dove ti trovano i clienti?

Nel numero 217 di Wolf Alberto Puliafito concludeva una sua prima risposta alla domanda «come fare personal branding senza avere paura della sindrome dell’impostore (ma senza sembrare uno che se la tira?)» con una serie di consigli, tra cui questo: Fatti il sito (!). È casa tua, è il tuo ufficio, è il posto dove portare le persone, dove convertire in clienti. Partirei da qui per sottolineare che, come per qualunque altra attività digitale, ha senso fare personal branding se abbiamo un obiettivo, anche solo qualitativo, ma meglio se misurabile. Per esempio: aumentare il numero dei clienti, cambiare tipologia di lavoro, alzare la tariffa […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>