Il ciclo vizioso (del contenuto)

Più o meno funziona così. E cerchiamo di capirci: non è colpa di internet. Non è colpa proprio di nessuno. Siamo noi che funzioniamo così. Funziona che tu ad un certo punto hai un contenuto. Quel contenuto è un quadro del 1300. O una Ted Conference. È una sinfonia. Quel contenuto è un reportage fotografico. È un manuale per un’attività di consulenza. Quel contenuto è un piano editoriale per comunicare i tuoi clienti oppure un post sul tuo blog, che usi per fare personal branding. È un album rock. È una lezione che fai dal vivo. È un plugin, una app. […]
Abbonati a Wolf!
Scopri tutto il nostro archivio.
Se hai già sottoscritto l'abbonamento, fai log in.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>