Il social object

Categorie: Social

A volte individuare e riconoscere le community latenti è facile. Gli sciatori. I surfisti. I cosplayer. Quelli della pastamadre. I cinefili. Non facilissimo, perché il cinema da solo non basta per legare due persone, ma è comunque un’indicazione. Gli ascoltatori di una trasmissione radio. I lettori dell’amica geniale (ma non di tutti i libri o di tutti gli autori, soprattutto se di successo). Altre volte ci vuole una vista davvero buona. Le “snitch and bitch”, cioè le appassionate di lavoro a maglia. I maratoneti, che oggi sono capaci tutti, ma a me è capitato un cliente che se n’era accorto […]
Questo contenuto è riservato agli abbonati di Wolf.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>