La creatività è una commodity?

Interno giorno. Treno. Stazione di Rho Fiera Milano. Sale una ragazza, sta in piedi finché il treno riparte e il mio vicino di posto si alza per prepararsi a scendere. La ragazza si siede accanto a me, tira fuori uno smartphone di ultima generazione con lo schermo enorme – di quelli che io, che sono un po’ vecchio, ormai, farei fatica a portarmi dietro, più che altro per paura che possa succedere qualcosa all’oggetto, apre Instagram e inizia a creare una Story. Sono praticamente costretto a guardare, per non farlo dovrei stare innaturalmente girato dalla parte opposta, in faccia all’altro vicino […]
Abbonati a Wolf!
Scopri tutto il nostro archivio.
Se hai già sottoscritto l'abbonamento, fai log in.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>