La fine dell’influencer marketing (o forse era il fine?)

Se le estati nell’era dei social sono caratterizzate da tormentoni che ci raccontano un ecosistema mediatico dalla memoria corta, c’è un altro fenomeno che continua a imperversare nel mondo che cerchiamo di raccontare e nel quale proviamo a orientarci su Wolf. È il fenomeno delle morti premature. Ti ricorderai, per esempio, senz’altro della morte di Facebook. O di quella di Snap(chat). Qui puoi vedere l’andamento delle azioni di Snap dall’IPO in avanti. Certo: non è l’unica metrica di cui tener conto. Ma di certo non stiamo parlando di un’azienda agonizzante, almeno per ora. E anche a casa Twitter, per dire […]
Abbonati a Wolf!
Scopri tutto il nostro archivio.
Se hai già sottoscritto l'abbonamento, fai log in.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>