La regola della condivisione

Condividere è un termine che è diventato appannaggio dell’universo social, per chi li usa. Ma il suo significato è, prima di tutto – offline o online, non fa alcuna differenza – «Dividere, spartire insieme con altri. Anche, avere in comune con altri». Intorno al concetto di condivisione si è costruito, nel tempo, il discorso relativo ai beni comuni. È così che sono nate banche dati come la Global Innovation Commons, che, «fondata da David E. Martins, raccoglie e rende di pubblico dominio a livello globale tecnologie non protette da brevetti, o perché questi sono scaduti o perché, ancora validi in generale, non sono stati depositati […]
Questo contenuto è riservato agli abbonati di Wolf.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>