Milano, via Oxilia, sono passate le nove di una sera di fine settembre e ancora in sala non è entrato nessuno. Di fronte al cinema Beltrade non è frequente vedere una fila così lunga. In cartellone c’è Antropocene, un documentario sull’impatto ambientale umano sugli ecosistemi che va ben oltre il mero cambiamento climatico. L’ordine dei problemi si sta allargando. L’interesse della gente sta crescendo, ma forse non abbastanza. Ci vuole almeno mezz’ora prima che tutta quella gente riesca a trovare un posto sulle poltrone di legno del Beltrade. C’è talmente tanta gente, che dagli altoparlanti del piccolo cinema indipendente a […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>