La SEO che ha rotto Google

In una conversazione sul gruppo Facebook di Wolf è successo questo. Un nostro abbonato ha scritto questa testimonianza nel gruppo di conversazione su Facebook: «Ultimamente ho sviluppato una pigrizia da ricerca. Dettata forse dall’eccesso di offerta. Non ho più voglia, quando cerco qualcosa su Google, di spulciare decine di siti prima di trovare ciò che cerco. Non avendo spesso neanche il tempo per farlo, ho iniziato ad affidarmi alla legge di attrazione universale chiamata Facebook. Cerco su Google quello che mi serve, la parola chiave più precisa che riesco a pensare. Poi chiudo il browser e aspetto. Oggi ho accompagnato […]
Abbonati a Wolf!
Scopri tutto il nostro archivio.
Se hai già sottoscritto l'abbonamento, fai log in.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>