Successivo

Nativo.

L’estate di Wolf volge al termine e stiamo per ritornare «a regime». Oggi parliamo di un argomento molto interessante e «di moda». Il cosiddetto native advertising. Da un po’ di tempo a questa parte (maggio 2016), anche Google con AdSense ha implementato una sua forma di native che propone solo per siti che ritiene adeguati. Si tratta di una funzione che Google ha chiamato Matched content unit. Google lo racconta così: «a free service that promotes relevant content from your site to your site’s visitors, and can help to increase your page views and the time your readers spend on your site». […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>