Successivo

Oltre il Muro. Fiori di Primavera

Peter vive in una piccola casa di legno vicino al mare. Ha una quindicina d’anni e ogni giorno al ritorno da scuola chiude le finestre, la porta, si assicura che non ci sia nessun passante in giro e poi accende la radio a volume basso. La radio che usa è sgangherata e ha delle tacche rosse sbiadite, ogni volta ha bisogno di vari minuti per trovare la frequenza giusta. Quando la trova però c’è una cosa dentro che gli vibra forte e lo fa star bene. Così bene che ogni volta chiama la madre e la sorella per condividere quei momenti.

***

Ascolta la radio con Peter [è la playlist di Spotify che puoi ascoltare come colonna sonora di questo episodio].

Categorie: Reportage

Sono i primi Anni Sessanta e di recente, nell’isola tedesca di Hiddensee dove vive Peter, sono cambiate molte cose. Sono arrivati dei soldati accompagnati dai carri armati e, al largo, in direzione della Danimarca, sono apparse navi militari a proteggere il confine marittimo. I poeti, gli artisti e gli hippie che popolavano l’isola se ne sono andati. La Guerra Fredda è arrivata anche lì, in un minuscolo paradiso nel cuore del nord Europa. La radio che ascolta Peter si chiama Radio Luxembourg e trasmette dall’Occidente. Il motivo per cui è così difficile trovarne le frequenze ed è così importante assicurarsi […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>