Più pubblichi meno ti vedo, meno pubblichi più ti leggo

Nell’era della sovrabbondanza del contenuto, ci sono finalmente – da parecchio tempo, ma sempre più insistenti – delle evidenze che ci consentono di dire che meno, meglio non è solamente un invito alla moderazione di senechiana memoria ma è qualcosa di molto più importante da tenere in considerazione. L’idea di fondo, che poi è perfettamente coerente con quanto abbiamo provato a spiegare affrontando in maniera non isterica l’armageddon della reach organica, è questa: all’aumentare dei contenuti sulle piattaforme, le piattaforme medesime dovranno giocoforza diminuirne la diffusione. Per due motivi: i contenuti sono sempre di più le piattaforme ti vogliono far pagare […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>