Schedare tutti sui social: l’intelligenza collettiva e la petizione-Marattin

Quando l’intelligenza collettiva è al lavoro lo capisci subito perché percepisci qualcosa di diverso rispetto al solito. Facciamo un esempio: ai frequentatori dei social network è ben noto che, quando si scrive qualcosa, quando si parla di un qualsiasi argomento (dal finale di Games of Throne al calcio, dai dispositivi anti abbandono a un locale a cui qualcuno ha dato fuoco, dal razzismo alla nuova traduzione del Signore degli Anelli) la conversazione diventa spesso tifo. Si parla per argomentazioni personali. Per impressioni. Per (pre)giudizi. C’è il muro contro muro. È un fenomeno complesso che si chiama polarizzazione emotiva della conversazione. Per farla […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>