L’11 luglio 2018 il Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio avrebbe dovuto ratificare la parte italiana dell’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Giappone (JEFTA) ma la firma è stata spostata di qualche giorno, al prossimo 17 luglio. Le ragioni sono di «sensibilità istituzionale»: il Giappone è vittima, in questi giorni, di violentissime perturbazioni che hanno provocato disastri, alluvioni e decine di morti in diverse zone del paese asiatico. Secondo gli esperti «la peggiore ondata di maltempo degli ultimi decenni». Sabato 14 luglio sempre il Ministro Di Maio, intervenendo all’assemblea di Coldiretti, ha annunciato il ritiro dell’Italia dall’accordo […]
Questo contenuto è riservato agli abbonati di Flow. or Flow Maicol Edition.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>