Successivo

TL;DR

Questo acronimo, che sta per Too long; didn’t read, è una fantastica metafora di due approcci opposti alla stessa realtà. Il suo uso principale è il sarcasmo, o almeno il suo cugino digitale, che è quell’arguzia puntuta che dopo un po’ lascia l’amaro in bocca. Un’arguzia passivo-aggressiva, potremmo dire. «Sono il tipo di persona che apprezza le lunghe letture, ma non questa». A me interessa di più un uso meno diffuso di TL;DR, cioè la sintesi per chi non ha tempo/voglia/capacità di leggere un testo lungo. Una sintesi proposta dall’autore stesso, spesso, ma anche da un lettore attento. Un servizio utile, […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>