Tutto quello che dovrebbe poter dire il public editor dell'Internet ai suoi lettori

Dave Pell scrive una delle più belle newsletter che io abbia mai letto. La newsletter si chiama Next Draft. Ha uno sponsor. Uno sponsor bello grosso che si chiama Salesforce. Dave Pell è brillante, interessante, capace. Siccome ha uno sponsor bello grosso e ha scelto questo modello di business, la sua newsletter è gratuita, quindi è un po’ diversa dalle newsletter che propone Slow News, dove non troverai mai sponsor. Dave Pell si firma così, alla fine di ogni newsletter che manda: «Dave Pell, Managing Editor, Internet». È così, il personaggio Pell. Uno che non ha alcuna remora di chiudere […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>