facebook_pixel

Corso di formazione professionale – Slow News

Corso di formazione professionale – Slow News

Titolo: “Comunicazione e gestione delle informazioni online. Teorie e tecniche della comunicazione contemporanea”

Luogo del corso: Milano, Italia

Durata complessiva dell’offerta didattica: 8 gennaio 2018 – 27 luglio 2018 [80 ore/mese]

Durata di ogni lezione: full-day, 15 giorni al mese

Numero di studenti: 15 persone

PER I RESIDENTI NELLA REGIONE LAZIO 

Descrizione dell’offerta didattica

Obiettivo del corso è fornire agli studenti tutti gli strumenti necessari a muoversi a 360 gradi all’interno del panorama dell’informazione moderna, sia assumendo e affinando nuove capacità professionali sia dotandosi degli strumenti necessari alla comprensione, l’analisi e la risoluzione delle problematiche dell’informazione online.

Il mondo del giornalismo moderno è oggi alla ricerca di un modello per aggirare la crisi dell’editoria, crisi che dipende da più fattori sia indogeni che esogeni, della professione di giornalista e in generale del mondo del giornalismo. Il digitale, da enorme e potenziale opportunità, ha paradossalmente rappresentato un forte ostacolo all’evoluzione del mondo del giornalismo verso formati, editoriali ed economici, più fluidi e adattabili all’informazione moderna.

I principi cardine sui quali si fonda il mestiere del giornalista, attenzione e correttezza verso il lettore e cura per i contenuti, sono messi in crisi dall’arcaico modello di business basato sulla massimizzazione dei numeri e sulle metriche utilizzate per giudicare quantità e qualità del lavoro giornalistico; il giornalismo sub-prime, il giornalismo replicante e il giornalismo da “stato d’emergenza” sono i tre principali prodotti editoriali di questo modello economico, che si credeva essere too big to fail. Tuttavia quegli stessi principi deontologici restano ancora oggi le basi sulle quali costruire il futuro del giornalismo e del giornalista come professionista dell’informazione.

SEO, membership, paywall, content curation, verifica delle fonti, social media, instant messaging, digital content management, metriche, sono oggi la base delle competenze necessarie al giornalista per muoversi in un panorama complesso e fluido, articolato e insidioso sia “a monte” dell’informazione che “a valle”, nelle fonti come nei contenuti.

L’obiettivo primario di questo corso è sviluppare nello studente le competenze e le capacità professionali specifiche necessarie a muoversi nel mondo della comunicazione sia nella sua accezione più ampia che in quelle più specifiche: giornalismo e marketing, gestione delle informazioni in contesti dinamici, lavoro con professionalità, competenza e qualità nei diversi contenuti.

Il corso prenderà in considerazione la comunicazione di tipo giornalistico-divulgativo e cercherà di esplorare altre forme di comunicazione giornalistica, come quelle adottate dal mondo del marketing o dell’intrattenimento, oggi più che mai contigui e spesso coincidenti al giornalismo.

Slow News si avvarrà di docenti provenienti da diversi ambiti lavorativi e professionali al fine da fornire agli studenti una formazione a tutto tondo sul mondo della comunicazione, mondo che è in continua evoluzione: per questo motivo Slow News, in aggiunta all’offerta formativa offrirà gratuitamente a tutti gli studenti un anno di abbonamento alla newsletter Wolf., pensata e realizzata proprio per i professionisti che lavorano e si interessano di comunicazione.

Nell’abbonamento, oltre alla newsletter trisettimanale, sono compresi:

– accesso al gruppo online in cui gli abbonati interagiscono tra loro e con i redattori, propongono temi e discussioni, aprono e articolano dibattiti e, in generale, interagiscono con utenti molto attivi e professionali;

– accesso scontato [-50%] a tutti gli eventi formativi e non che Slow News terrà nell’anno successivo alla chiusura del presente corso;

– diritto di prelazione per tali eventi formativi.

Dettagli del corso

Modulo I [15 gennaio – 13 aprile 2018]

Dopo una prima parte di analisi della situazione generale, nel corso del primo modulo si approfondiranno i principali approcci tecnici e stilistici, sia di scrittura che d’indagine, utilizzate dalla comunicazione tipicamente giornalistica. È prevista anche una parte relativa agli aspetti legali-metodologici necessari per un alto standing della professione del giornalista.

Questo primo modulo sarà composto da tre aree didattiche specifiche:

– Scenario (contesto di crisi, le sue cause e le opportunità di cambiamento, overload informativo, giornalista imprenditore);

– New media VS Old media (numeri e fatti, metodologie e etica del giornalismo, obsolescenza e futuro dell’informazione, news e tossicità delle news, distribuzione dei contenuti digitali, blog e giornali);

– Content is King (post o articoli, foto e immagini, video, podcast, mappe e data journalism, liveblog-instant journalism e manutenzione, verifica delle fonti, viral content, longform journalism, storytelling, scrivere SEO).

Modulo II [23 aprile – 13 luglio 2018]

Nel corso della seconda parte ci si concentrerà sopratutto sugli strumenti che oggi il giornalista e il comunicatore hanno a disposizione per raccogliere, verificare e diffondere informazioni. SEO e social media per il web-journalism, editing video e fotografico, uso sapiente e aggiornato di Google e dei suoi diversi strumenti.

Questo secondo modulo sarà composto da 3 aree didattiche specifiche.

– User is Queen (esperienza utente, chi è il lettore, verticalità, fiducia, algoritmo, metriche);

– SEO VS Social (WordPress e CMS, buone pratiche di scrittura SEO per giornalisti, motori di ricerca e algoritmi, strumenti di Google-conoscerli e usarli al meglio, essere social ed essere sui social, best practice, engagement, strategie social e pianificazione, messaggistica, fonti, strumenti SEO e social, membership, metriche);

– How to? (giornalista redattore VS giornalista imprenditore, farsi il sito e i contenuti, analisi del proprio traffico, subscriptions, newsletter, albo e new media, dall’idea all’azione, pubblicità-adblock-adsense, crowdfunding, prove pratiche e mini-stage nella redazione di Slow News).

Metodologie

Le metodologie prevedono uno sviluppo metodologico nelle fasi di sopra presentate. Il corso è progettato per garantire un livello di eccellenza dei contenuti, dei docenti e delle metodologie di insegnamento adottate. I docenti selezionati per il corso garantiranno un alto livello di qualità dell’insegnamento e saranno a disposizione degli studenti anche successivamente alle lezioni in un’ottica di “formazione continua” dedicata e personale.

Al fine di garantire il più alto livello di eccellenza possibile ogni classe avrà un numero massimo di 15 studenti.

In aggiunta alla parte teorica, principale nell’esperienza formativa, sarà spesso prevista una parte pratica-operativa per il consolidamento delle conoscenze e delle nozioni apprese durante il corso.

Durante ogni momento del corso saranno stimolate riflessione e confronto aperto all’interno della classe e nel rapporto docenti-studenti per una fluidità massima nell’offerta formativa e per raggiungere la massima efficacia in termini di coinvolgimento e qualità.

Gli studenti utilizzeranno durante il corso strumentazione propria ma in alcuni casi (ad es. teoria e tecnica audiovisiva) saranno i docenti a mettere a disposizione materiale e tecnologie per garantire la massima comprensione e confidenzialità nella materia.

Costi

Il presente corso ha un costo per studente di €10.500.

Nei costi/studente sono comprese 80 ore al mese di lezioni teorico-pratiche, un anno di abbonamento a Wolf., l’accesso a materiale formativo (slide, audio, video, testi, etc), un breve periodo di stage nella redazione di Slow News.

Non sono inclusi i costi relativi allo spostamento degli studenti, al vitto e all’alloggio.

ISCRIVITI compilando il form sottostante e ricordati che se sei residente nella Regione Lazio puoi partecipare al bando Torno Subito: se risulterai fra i vincitori del bando la Regione ti finanzierà il costo del master!

(*) Compila tutti i campi con l'asterisco