fbpx

Dalla scatoletta all’Honestly Good: perché rallentare anche in cucina (e come farlo)

Ormai è passato qualche tempo da quando il mondo – quantomeno quello occidentale – sembra essere stato travolto da una vera e propria mania per il cibo. Di cibo si parla ovunque: sui giornali, alla radio, in televisione. E anche gli scaffali delle librerie strabordano di volumi infarciti di ricette e consigli per un’alimentazione più sana, per un’alimentazione più sostenibile, per un’alimentazione a prova di linea e chi più ne ha più ne metta.

Da parte loro, lettori, ascoltatori e telespettatori non sembrano essersi lasciati travolgere passivamente da quest’onda di informazioni culinarie, anzi, sono in tanti a cercare di mettere in pratica quanto letto, visto o ascoltato fra le mura della propria cucina. Eppure non è passato nemmeno un secolo da quando prendersi cura dell’alimentazione della famiglia sembrava essere solamente una catena che legando la donna ai fornelli le impediva di realizzarsi appieno come individuo.

All’epoca a spezzare questo legaccio è stata l’industria alimentare, che fra scatolette e prodotti più o meno pronti per il consumo ha concesso alle donne più tempo per crearsi un ruolo lontano dal focolare. Alla luce del ritrovato successo dell’arte culinaria viene però da chiedersi se non abbia ragione chi ritiene che tra tutte le incombenze di cui poteva essere liberata una donna, cucinare non era forse la più odiata.

Il dubbio si è riacceso in me per l’ennesima volta quando mi sono trovata seduta in libreria ad ascoltar parlare del suo ultimo libro una delle food writer di maggior successo del momento, Csaba Dalla Zorza. Nota a molti per il suo lavoro in tv (non pochi i programmi che portano il suo nome, da «Summer Cooking con Csaba» per Real Time a «In cucina con Csaba» per Class Life solo per citarne alcuni) Csaba è oggi uno dei giudici dello show di La7 «Cuochi & Fiamme» e con «Honestly Good, un nuovo modo di cu…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp