fbpx

EP2 – Apparente incertezza

Chiara colpisce il pallone in maniera molto pulita, anche se nessuno glielo ha mai insegnato, perché prima di 6 anni fa aveva giocato a calcio solamente alle elementari, nei tornei della scuola. Ha uno scatto bruciante che le consente di dominare i duelli in velocità ed è fredda sottoporta (in una stagione ha segnato anche più di 20 gol): «A me piace avere la palla nei piedi e correre più veloce del mio avversario. Mi piace capire chi ho davanti, e magari osare un po’ di più. Invece mi annoio a difendere, come scusa dico che non sono capace».

Giorgia, Francesca, Giulia e Sara T. prima di un allenamento.

Chiara è una delle più giocose nello spogliatoio: «Il 90% delle cose che dico sono cazzate. Quando sono lì mi sento libera, non devo far vedere niente a nessuno». Le ragazze del Dep, anche quelle cresciute in scuole calcio dove l’aspetto competitivo è preponderante, pensano quasi esclusivamente alla propria presenza in campo, al proprio gioco. È una squadra formata principalmente da giocatrici in divenire, che mettono tutta la loro passione per migliorarsi.



Ogni volta che si parla di calcio femminile, il rischio di sostenere che questo sia più puro o giusto di quello dei maschi esiste, ma evidentemente non ha senso. È una posizione che non serve a nessuno e che riduce i due fenomeni ai loro meri stereotipi. Un discorso invece che si deve fare è ragionare sulle differenze che li separano, perché, è innegabile, ci sono.

Come ha sottolineato Milena Bertolini, commissario tecnico della nazionale di calcio femminile, “Il calcio giocato dalle ragazze manda messaggi di serenità e gioia. A livello maschile si sono persi. Perché è un calcio di tensione, aggressivo. Invece il pubblico ha voglia di vedere uno spirito sportivo e, vedendo le ragazze giocare, lo ritrovi. C’è molta voglia di questo”. Nel calcio femminile ciò che manca a livello fisico viene compensato con la tecnica e con una maggiore necessità di ricercare un’armonia attr…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp