fbpx

EP2 – Loris

Sembra la prima scena, quasi perfetta, di un film. Il telefono squilla ma la comunicazione è instabile, c’è un problema di linea.

È successo a Loris, 15 anni, quando ha risposto a una delle telefonate più importanti della sua vita: la ricezione era scarsa e l’audio saltava. L’unica cosa che si sentiva era una voce robotica, quella che non lascia spazio a nessuna comunicazione. E Loris, questo non lo dimenticherà mai.

«Non riuscivo a capire bene le parole che pronunciava il preside della mia scuola», ci racconta in un pomeriggio d’inizio estate. Quando il lockdown iniziava a perdere forma e una nuova stagione correva all’orizzonte.

Quella dei 15 anni appena compiuti, delle estati con le prime cotte e le vacanze che vorresti non finissero mai.

Iscritto al secondo anno del liceo scientifico «Vincenzo Capirola» di Leno, nel Bresciano, Loris è stato tra i 25 Alfieri della Repubblica scelti e premiati (per ora solo virtualmente a causa della pandemia) dal presidente Sergio Mattarella «per essersi distinti come costruttori di comunità, attraverso la loro testimonianza, il loro impegno, le loro azioni coraggiose e solidali». Era questo che cercava di comunicargli il preside del liceo nella sua chiamata, in un noioso pomeriggio di pieno lockdown.

«Una volta risolti i…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp