facebook_pixel

FAQ

question-mark-1872665

Qual è la filosofia del progetto? 
Tutto ciò che ha il puntino rosso di Slow News risponde a una filosofia ben precisa. Quella slow. Questo significa che ci rivolgiamo a lettori che amino informarsi e leggere online, senza l’ossessione delle breaking news e con il desiderio di approfondire le tematiche più varie.

Perché le vostre newsletter costano?
Perché quel che offriamo è il nostro lavoro e perché produciamo contenuti che puntano ad essere ad alto valore aggiunto.

Perché dovrei iscrivermi?
Perché vuoi sapere cosa suggeriamo. Perché ti fidi di noi. Perché non hai tempo di selezionare e scopri che gli argomenti che ti proponiamo ti piacciono, ti interessano. Perché ti offriamo qualche ora a settimana di letture ragionate e interessanti. Perché vuoi imparare qualcosa di più sul digitale. Perché vuoi conoscere l’economia. Per sostenere un nuovo modo – alla vecchia maniera – di fare giornalismo. Per un sacco di buoni motivi.

Perché newsletter?
Perché è un modo diretto e “lento” di comunicare con chi si fida di noi

Posso divulgare le vostre newsletter?
Certo, ma occasionalmente. Ti chiediamo solo la cortesia di citarci e mettere un link, se ti piace il nostro lavoro.

Posso darvi suggerimenti?
Sì. Scrivendo a info@slow-news.com

Ci sono altri esempi di iniziative simili al mondo?
Sì. Da The Best of Journalism a The Information a Stratechery di Ben Thompson. Che fra l’altro sono modelli a cui ci ispiriamo.

Perché Slow News?
Perché il flusso di informazioni sul web è diventato “troppo” e ha dato origine ad aberrazioni. Pensiamo che si debba recuperare un altro approccio alla lettura e alle notizie. Lo abbiamo spiegato qui.