fbpx

EP1 – Cronaca tra paradiso e inferno

Tutte le mattine Ricardo Torres Ojeda, fondatore e direttore del sito di informazione locale Crítica de Quintana Roo, gira per Cancún a caccia di notizie. Denunce dei cittadini, fatti di cronaca, eventi pubblici che trasmette in diretta sulla sua pagina Facebook personale. «Raccolte le informazioni torno in redazione, all’ultimo piano della palazzina in cui abito con la mia famiglia, inizio a scrivere e preparo la trasmissione della sera: Diez minutos de crítica».

Ricardo Torres Ojeda. Agosto 2019. Cancun, Messico. Foto di Ylenia Sina.

Il 26 maggio del 2018 gli avvenimenti portano Ricardo Torres Ojeda a pochi metri da casa: una donna è rimasta ferita da un colpo d’arma da fuoco. Come sempre, non appena arrivato sul luogo accende il suo smartphone e inizia a riprendere. «Trasmetto tutto in diretta per difendermi. Perché così, se mi dovesse succedere qualcosa, tutti saprebbero dove venirmi a cercare».


Stavolta, però, la telecamera accesa non basta. Gli agenti municipali della pattuglia intervenuta sul posto mettono in moto il pick up e puntano dritto verso di lui. Lo investono. «Per fortuna guardavo proprio in quella direzione e sono riuscito a evitare gravi conseguenze aggrappandomi al para-bufalo», ci racconta Torres. «Se fossi stato di schiena avrei potuto riportare lesioni alla spina dorsale». Anche dopo il duro colpo ricevuto, Il direttore di Critica de Quintana Roo continua a trasmettere in diretta.

Ricardo Torres Ojeda è stato inserito nel meccanismo messicano di protezione per i giornalisti: gli è stato consegnato il “bottone”, un dispositivo dotato di pulsante per avvisare le autorità federal…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp