fbpx

L'archivio delle serie di Slow News

Illustrazione di Luca D'Urbino, 2020

IN EVIDENZA:

Campotosto. Dal terremoto alla pandemia, di Mattia Fonzi e Andrea Mancini. 

Terremotato nel 2009 e nel 2016, devastato nel 2017, Campotosto è famoso per l’omonimo lago, il secondo bacino idrico artificiale d’Europa. Nel 2020, come tutto il mondo, anche Campotosto è stato colpito dalla pandemia.
Il mondo nuovo, di AAVV

Il mondo nuovo è uno straordinario e lungimirante romanzo di Aldous Huxley. Il romanzo era distopico. In queste serie, invece, noi puntiamo dritti dritti all’utopia. Insieme.

Deportivo Nervi, di Alessio Rocco. 

 

Il Deportivo Nervi è una squadra che milita nel campionato di A2 organizzato da UISP Genova, il principale torneo a 7 femminile in Liguria. Questa è la sua storia.

Realismo automobilista, di Andrea Coccia. 

 

Che cos’è il Realismo automobilista? È il racconto del reale che l’auto porta con sé da decenni, ma che con il reale non c’entra nulla. È una realtà che somiglia al mondo là fuori, ma che esiste solo nella nostra testa e ci rende schiavi.

Nettare, di Gabriele Cruciata. 

La produzione di birra è in grande trasformazione. In questi anni si deciderà se e quale birra berremo nei prossimi decenni, ma non ne parla nessuno. Il primo episodio di un viaggio in Belgio insieme a Gabriele Cruciata per capire come sta cambiando la birra che beviamo.

Uno come noi. Militare la nonviolenza, di Roberta Covelli. 

 

 

Un’intervista “sbagliata” di Roberta Covelli a Pietro Pinna: l’obiezione di coscienza, la pratica del Sathyagraha di Ghandi, l’amore per l’umanità e per la lotta come insistenza per la Verità. Ed è solo l’inizio di una serie potentissima. 

Il diavolo veste cheap, di Anna Castiglioni. 

 

Un viaggio che parte dal mondo del fast fashion, che passa per la salute e per le pratiche di riuso, riciclo e riparazione per dare spazio, in mezzo a tante cose che sono inferno, a ciò che inferno non è: la moda sostenibile, che rispetta i lavoratori, il pianeta e i consumatori.

La responsabilità è un’impresa, di Barbara D’Amico. 

Sei storie di lavoratori che hanno trasformato il loro destino e quello delle loro famiglie assumendosi la responsabilità del recupero e del riscatto. Della resistenza. Oggi lottano contro una nuova crisi, ma con lo stesso spirito che ha permesso loro di compiere questi sei piccoli, ordinari, miracoli che possono dirci qualcosa di più di un “andrà tutto bene”.

Perché un giornalismo seriale?

Per andare in profondità, per affrontare la complessità, per raccontare il contesto e per portarti in mezzo alle storie che ti raccontiamo . 

Ma anche per raccontare storie vere con un arco narrativo, con dei personaggi vividi, ambientate in luoghi che prendono forma e sostenute dal lavoro di indagine, di ricerca e di verifica che è la cifra del vero giornalismo.

Buona lettura.

LEGGI TUTTE LE NOSTRE SERIE!

Tutte le serie, divise per categoria

LA NOSTRA SOCIETÀ:

LE MINISERIE:

LE SERIE AFRICANE:

LE SERIE ITALIANE:

LE SERIE ANTOLOGICHE: