Numero

Bolsonaro, Africa gialla e proibizionismo pentastellato

 

Dopo qualche giorno di pausa, Flow è tornato. Grazie per la pazienza. Le ultime settimane sono state un po’ complicate: il lancio del nuovo sito ha comportato qualche instabilità, ma tutto dovrebbe essere tornato a posto. Eccoti, dunque, come ogni mercoledì, cinque blocchetti per la dieta della settimana, pensati come al solito per farti uscire dal flusso e risparmiare tempo.

Tra i blocchetti che trovi nel numero di oggi ce n’è uno sul Brasile, dove l’inquietante vittoria di Jair Bolsonaro, oltre che ai brasiliani, deve far paura al mondo intero, uno sull’Africa gialla (sì, non è un refuso) e uno che mette insieme due bruttissime storie del nostro paese: di quando il regime fascista si rendeva complice del genocidio degli ebrei e di quando la morte arrivava anche dal cielo, come quando, la mattina del 20 ottobre 1944, nel quartiere di Gorla, a Milano, le bombe angloamericane colpirono una scuola elementare. Ma c’è anche altro.

Buona lettura!

A cura di

Categorie: blocchetti

Certe storie antiche

Africa nera? No, gialla Cinesi in Africa. La recente storia dello Zambia racconta molto di più di quanto non si dovrebbe sapere sui rapporti tra Pechino e i paesi africani: da leggere. Pagheremo caro, pagheremo tutti Le elezioni presidenziali in Brasile hanno portato al potere Jair Bolsonaro, ex paracadutista, un militare che ama il pugno di ferro, ha nostalgia dei tempi delle torture e degli omicidi politici, si dichiara apertamente omofobo, maschilista e ha annunciato di voler liberalizzare il commercio delle armi. Ma non saranno solo i brasiliani a pagare aspramente le conseguenze di questa elezione. Ci rimetteremo tutti. (Se […]
Questo contenuto è riservato agli abbonati di Flow. or Raccontare tutto, ma proprio tutto, con gli Scarabocchi di Maicol&Mirco (+ 3 mesi di Flow).

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>