Numero

Wolf. 247

A cura di

Le «super personas»

A volte ai miei corsi partecipano persone che fanno parte di quella che si potrebbe definire la «vecchia scuola», in senso deteriore. Una delle cose più frustranti loro è racchiusa in questa slide. La risposta, purtroppo, è ovvia. Non solo: tutti la conoscono, pochi la vogliono accettare. Eppure, se la accettassimo vivremmo meglio e lavoreremmo meglio. La frustrazione è frutto di un equivoco che qui su Wolf conosciamo bene: la scarsa o nulla importanza del click e, più in generale, delle metriche quantitative come metriche assoluta. O forse è anche frutto della tendenza superomistica e narcisistica a pensare che le […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>