Numero

Wolf. 40

A cura di

Post-it Wolf. 40

ROTFL

Nell’intervista rilasciata dal Direttore Generale della Federazione editori, Fabrizio Carotti, in «Le Nuove Proposte Anticrisi Perché i Giornali Sopravvivano al Digitale» tra le altre cose si afferma che «Ogni mese circa 46 milioni di italiani scelgono di fruire di contenuti attraverso i giornali, su carta o digitali. Il bisogno di lettura è sì sostanzialmente costante, ma gli italiani, a causa della crisi, acquistano di meno: il consumo/acquisto di libri e giornali sul totale dei consumi scende dal 1.69% del 1995 al 0.9% del 2015». Inventatene un’altra Sam.

Social Media da Re

La Famiglia Reale britannica cerca l’Head of Digital Engagement. Per la posizione vengono offerti tra 57mila e 64mila euro di retribuzione 37.5 ore di lavoro settimanali, 33 giorni di ferie annuali ed un pacchetto di benefit addizionali. Social media da Re, anzi da Regina.

eCommerce

Cos’è e quanto vale veramente l’eCommerce B2c in Italia? Nel 2015 il valore dell’acquistato online in Italia è stato pari a 16,6 miliardi di euro: l’eCommerce nel Belpaese ha registrato una crescita del 16% rispetto al 2014, pari a oltre 2,2 miliardi di euro, e ha raggiunto una penetrazione del 4% sulle vendite retail. Questa è l’ultima fotografia dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – Politecnico di Milano, che rende disponibile il download gratuito del report.

Le «Reactions» di Facebook NON Decollano

Era già emerso dai dati pubblicati ad inizio aprile che le «reactions» di Facebook, introdotte in tutto il mondo il 24 febbraio scorso, non fossero tanto popolari quanto forse ci si aspettasse poiché per molti in realtà pare essere una “complicazione” eccessiva con la maggioranza che avrebbe preferito semplicemente l’introduzione del bottone non mi piace. Sulla questione arrivano ora i risultati di sette settimane di osservazione che pur mostrando una crescita nel loro usano confermano la marginalità nel loro utilizzo [8.1% del totale dei “likes”]. Stavolta Zuck ha “toppato”?

Digital Media «Crap Trap»

L’era dei media nella «trappola della merda» sta, lentamente, volgendo al termine, finalmente. Alcune aziende sono consapevoli della spazzatura che stanno producendo. Molti altri si rendono conto che non è semplicemente un buon modello di business. Ma quelli più lungimiranti vedono un motivo molto attuale per cambiare: una rivoluzione dei contenuti è in veloce ripresa, promettendo potenzialmente un futuro redditizio per le aziende che possono attirare un pubblico fedele, costruito in particolare attorno a contenuti di “qualità superiore”. Finalmente!

Instagram

Tutto quello che volevi sapere si Instagram [e la mamma non ti ha detto]. Le 23 statistiche sul social video-fotografico che ha surclassato Twitter [e molti altri]. Dati e analisi sul fenomeno. Inoltre, Dopo il prolungamento della durata a 60 secondi, ora Instagram ci consentirà di scoprire nuovi video più facilmente grazie all’esistenza di una sezione che mostrerà i «Videos you might like», raccogliendo filmati da tutta la community e regalandoci un’esperienza ancora più fluida. In più, esplorando questa sezione, potremo anche scoprire i featured video, con filmati legati ad un topic specifico.

Scommesse Online

Mentre prosegue la decrescita del Poker online (-18%), la spesa per i Casinò Games registra un incremento del 27% e raggiunge i 328 milioni di €, con le Slot Online a rappresentare il 60% del totale a valore, mentre le Scommesse Sportive ottengono un +25% e arrivano a valere 267 milioni di €, per una crescita totale del mercato del 13%. Il report completo sul tema, liberamente scaricabile.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>