fbpx

Questa serie fa parte di un progetto speciale, organizzato da Quarta Parete a Milano. Si chiama Cronisti di quartiere ed è un percorso di formazione esperienziale, curato dal mensile Il diciotto e pensato per permettere di apprendere le pratiche e le basi del giornalismo, utile a raccontare le storie e le fragilità del proprio quartiere. Poco prima dell’inizio dell’emergenza Covid-19, Alberto, il direttore di Slow News, ha tenuto un in contro con le iscritte e gli iscritti al progetto.

 

Anche questo percorso è stato modificato, come tutte le nostre attività e abitudini, dall’emergenza Covid. Oggi propone testimonianze spontanee e inedite di come le persone hanno affrontato l’emergenza e diventa un affresco che è già un documento storico. Quando non si parla dell’emergenza, si parla di vita nei quartieri di periferia, come in questo pezzo. Le periferie e le province sono grandi dimenticate dal giornalismo tradizionale.

 

È qualcosa di molto diverso dal giornalismo tradizionale, è diverso anche dal giornalismo di Slow News. Ma siamo proprio contenti di ospitarlo sulle nostre pagine.

Episodi
06 - La preghiera al tempo del Coronavirus
7 Agosto 2020
«Dobbiamo ripensare il nostro modo di essere preti» dichiara Don Nicola al telefono. «Il problema principale del periodo che viviamo è l’incertezza diffusa. Bisogna far sentire ai fedeli la nostra vicinanza come sacerdoti ma facendo le cose con prudenza, rispettando le leggi del paese. Dobbiamo cercare nuove forme di approcciare il Vangelo».
05 - In dolce attesa al tempo del COVID-19
7 Agosto 2020
Anche in uno stato di emergenza sanitaria, dove la maggior parte di noi è costretto a stare in casa e a lavorare in smart working, dove i parchi sono serrati e le attività commerciali sospese, la vita continua: le donne in dolce attesa ci sono e si stanno preparando, anche in questa situazione, a dare alla luce il proprio bambino.
04 - L'importanza dei luoghi d'incontro
7 Agosto 2020
Fino a pochi anni fa con l’imbrunire Baggio si chiudeva in un diffuso e vuoto silenzio: gli appuntamenti in trattoria erano l’ultima favilla di vita, e per “fare serata” era necessario allontanarsi molto dalla zona con una delle poche e sporadiche corse dell’unico autobus disponibile.
03 - Le case minime
7 Agosto 2020
Chi oggi sente parlare delle “case minime” a malapena sa di cosa stiamo parlando. Eppure, fino all’estate del 1986, in via delle Forze Armate, nella periferia ovest di Milano, molte persone ci abitavano ancora.
02 - Casa Caldera: una nuova realtà a Quinto Romano
7 Agosto 2020
Casa Caldera, che attualmente ha una sola residente fissa, è una casa protetta, destinata a ospitare cinque coinquilini con disabilità.
01 - Emergenze nell'emergenza
7 Agosto 2020
Come stanno affrontando le restrizioni tutti coloro la cui libertà è di per sé assente o ridotta?