fbpx

EP2 – Unire i puntini

Generazione Identitaria

L’ideologia nazionalista e suprematista non ha una singola origine e non è la diretta conseguenza di qualcosa. Si è contaminata nel tempo diventando oggi un’ideologia globale e globalista. Il sovranismo è riuscito laddove hanno fallito tutti i movimenti plurali di sinistra, dai movimenti degli anni Settanta fino al cosiddetto “Popolo di Seattle” degli anni Novanta in poi: il sovranismo ha unito dividendo. Secondo diversi rapporti dell’Interpol oggi i nazionalisti serbi collaborano con i nazionalisti britannici, che a loro volta hanno sviluppato strategie di reclutamento grazie ai contatti intessuti con i sovranisti in Europa e negli Stati Uniti. Questa non è l’eccezione ma la regola: oggi il nazionalismo non si limita alla realtà locale ma applica le teorie inclusive più moderne per declinare lo scontro etnico più tradizionale.

Se localmente il sovranismo nazionale sublima nella violenza, globalmente questo dialoga e dibatte, crea reti basate sulle teorie del complotto, si appella alla legittima difesa, richiama alla “legalità” in difesa degli “interessi nazionali” e ogni tanto scivola con affermazioni sulla “purezza razziale” o etnica di qualcosa o qualcuno. E poi ci sono i corsi di formazione, i seminari di addestramento militare e paramilitare, le rassegne culturali di cinema, letteratura, arte. La strage di Christchurch non è un fatto locale e, per lo stesso motivo, non va trattata e analizzata come tale: è un fenomeno globale perché nata all’interno di reti globali, di modelli globali, di discussioni globali.

Subiaco (Roma), 11 agosto 2016. Incontro preparatorio all’Università d’Estate Identitaria.

Nel febbraio 2017 Identitarian Movement lanciò da una sala conferenze del Parlamento Europeo di Strasburgo la campagna Defend Europe, che includeva anche il movimento Generazione Identitaria guidato da un giovanissimo ragazzo, Lorenzo Fiato, leader della campagna. L’attività di Defend Europe era promuovere e finanziare il pattugliamento della nave C-…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp