Artificially Informed

Artificially Informed: Fighting Disinformation in the Age of AI-Generated Content è un progetto pensato per aiutare chi lavora nel mondo del giornalismo e dei media a comprendere l’universo delle intelligenze artificiali e a contrastare la disinformazione, cercando di fare chiarezza sui temi, senza semplificazioni e senza luoghi comuni.

Ai image made with midjourney v5 by Barbara Zanon
Immagine realizzata da Barbara Zanon con AI
Il sondaggio per mappare stato dell'arte e bisogno rispetto all'uso delle AI nel giornalismo, nella comunicazione e nella creazione dei contenuti in Italia

Quando e dove?

Il 21 maggio 2024 a Milano, alla Fondazione Feltrinelli.
Una giornata di formazione e di incontri e relazioni per parlare di intelligenze artificiali nel giornalismo e nell’infosfera.

Speaker e programma

L’evento sarà diviso in due parti: 9-13 e 14-18.

 

Prof. Giuseppe Attardi, professore all’Università di Pisa, membro della task force sulle AI dell’AGID, ex visiting scientist MIT, si occupa di Deep Learning for Natural Language Understanding
Barbara Zanon, fotoreporter e AI artist, autrice dell’immagine della locandina di Artificially Informed
Nikita Roy,
Aron Pilhofer
Prof. Walter Quattrociocchi, Data Science, Network Science, Complex Systems
Full Professor at Department of Computer Science
Sapienza University of Rome

 

Gabriele Cruciata, Google News Lab Teaching Fellow
Mia Shah-Dand, fondatrice di Women in AI Ethics
Meghan Murphy,

Formazione continua Ordine dei Giornalisti

L’evento vale anche per la formazione continua di chi ha un’iscrizione in corso all’Ordine dei giornalisti, grazie alla collaborazione con l’Ordine dei giornalisti Lombardia.

Per iscriversi e ricevere i crediti formativi devi:

  • fare login alla piattaforma della formazione
  • cercare l’evento (è diviso in due parti, mattina e pomeriggio, se vuoi seguirle entrambe devi iscriverti a entrambe) oppure seguire questi due link:
    • qui per la sessione mattutina
    • qui per la sessione pomeridiana

FAQ

Perché il titolo è in inglese? Perché Alberto Puliafito, l’ideatore di questo progetto, ha vinto un bando del Consolato USA in Italia e il progetto è in lingua inglese, anche se questa pagina è in italiano.

Credits

In collaborazione con il Consolato Generale degli Stati Uniti a Milano, con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e con l’Ordine dei Giornalisti Lombardia