fbpx


Campotosto. Dal terremoto alla pandemia, (2020)
di Mattia Fonzi, foto di Andrea Mancini

In Italia i Piccoli Comuni, territori con meno di 5000 abitanti, sono il 69% del totale. Qui vivono oltre 10 milioni di persone, il 17% dell’intera popolazione nazionale. In Abruzzo, nel cuore del cratere sismico del Centro Italia, i Piccoli Comuni sono l’82% e vi risiede il 26% della popolazione della Regione: oltre 340mila persone.

Campotosto, in provincia de L’Aquila, è uno di quei comuni. Arroccato sulle montagne a cavallo tra Lazio e Abruzzo a 1420 metri s.l.m. è uno dei centri abitati più elevati dell’intero Appennino: vi risiedono ufficialmente meno di 500 persone ma realmente gli abitanti sono circa un centinaio, divisi in tre frazioni. Terremotato (poco) nel 2009, molto nel 2016 e devastato nel 2017, Campotosto è famoso per l’omonimo lago, il secondo bacino idrico artificiale d’Europa.

Nel 2020, come tutto il mondo, anche Campotosto è stato colpito dalla pandemia. Questa serie racconta alcune storie di un comune rurale italiano che ha cambiato completamente identità nel giro di 11 anni. Questa serie, scritta da Mattia Fonzi, fotografata da Andrea Mancini e prodotta da Slow News, è stata realizzata grazie ai fondi dello European Journalism Covid-19 Support Fund nell’ambito del progetto “Il mondo nuovo”. Per questo è aperta a tutti e leggibile anche da chi non è membro della nostra community.

LEGGI TUTTI GLI EPISODI DELLA SERIE: