Precedente Successivo

27 e 28 ottobre 1922

Questo è il secondo episodio della prima stagione della serie I giorni più lunghi del secolo breve, scritta da Andrea Coccia. La serie, suddivisa in tre stagioni, è la versione online del libro pubblicato da Ledizioni di Nicola Cavalli, che oltre a un amico e un abbonato, è anche un editore.

Se vuoi saperne di più sul libro puoi andare a curiosare sulla pagina Facebook dedicata, o sul sito dell’editore. Lo puoi comprare nella tua libreria di fiducia, cosa che come Slow News consigliamo sempre, ma puoi anche ordinarlo online su Amazon o Ibs.

Alle 2 e 40 del mattino del 27 ottobre del 1922, a Milano, la notte non è ancora fredda, ma il cielo è molto coperto. Per le ore successive ci si aspettano forti piogge. La città è quasi completamente deserta quando all’improvviso, nella sede del Popolo d’Italia di via Paolo di Cannobio, il silenzio è rotto dal suono del telefono. Dopo qualche trillo all’apparecchio si avvicina Cesare Rossi, fascista della prima ora, massone della Loggia di Piazza del Gesù, e collaboratore del Popolo fin dalla sua fondazione. È lui a sollevare la cornetta. «Allora, si rimane d’accordo con quanto detto […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>