Successivo
Cosa c’è di più letterario di un libro che annulla il tempo? O meglio: cosa c’è di più letterario di un libro che svela il tempo? Andrea Coccia ha scritto un’opera con un’idea semplicissima e stupefacente: prendiamo un giorno in cui un evento sta succedendo, ma non fermiamoci lì. Spostiamo la nostra coscienza e confrontiamolo con altri fatti intimi e storici che si stanno consumando in quell’attimo esatto. Diventiamo partecipanti di una simultaneità che produce una rivoluzione: io spettatore riesco a essere ovunque e assistere al flusso che sta cambiando più Storie. Io, spettatore, divento la Storia. Così comprendo che […]

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>