Tunisia, il futuro è donna

Categorie: Slow journalism

Uno dei problemi meno seri ma culturalmente più importanti che ha oggi la città di Tunisi è quello di trovare un nuovo titolo per il sindaco, fino ad oggi chiamato in arabo «lo sceicco della Medina», che è la parte più antica della capitale tunisina. Dal 3 luglio 2018 il sindaco della capitale della Tunisia è, per la prima volta, una donna. E questo è un fatto assolutamente rivoluzionario: si chiama Souad Abderrahim, ha 53 anni ed è a capo di un’azienda farmaceutica. È la prima donna ad essere eletta sindaco di una città araba (in realtà anche il sindaco […]
Questo contenuto è riservato agli abbonati di Flow. or Flow Maicol Edition.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.
I campi seguiti da un asterisco sono obbligatori.

Puoi usare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>